deenit

Casino di Caprafico


FARRO SEMIPERLATO

Si intende per semiperlato il Farro intero al quale viene asportato un leggerissimo strato esterno di crusca. Cuoce in 25/30 minuti e può essere utilizzato senza
ammollo e, se ben pulito, senza lavarlo. Per le ricette si può fare riferimento alla tradizione di utilizzazione propria della Garfagnana e della Lucchesia. Il Farro semiperlato si presta bene d’estate per l’utilizzazione ad insalata.

Minestra di ‘FARRO SEMIPERLATO’ della Garfagnana, fate rosolare un trito di cipolla: carota e sedano in olio extravergine d’oliva. Aggiungete il farro calcolando 50/60 grammi a persona. Volendo spruzzate con del vino rosso e aggiungete pelati o salsa di pomodori, legumi e/o verdure di stagione. Preparate a parte del buon brodo non troppo salato: nella quantità di circa 2/3 volte il farro utilizzato, e fate cuocere il farro per circa 25/30 minuti aggiungendo poco alla volta il brodo come per un risotto. Prima di terminare la cottura si può passare una parte della minestra per formare una crema legante.

CENNI STORICI